Suldanas Meryalë, o giorno di Suldanas [Val]
Scritto da : Hatanien in data : 04/11/2017 20:35:52

Il 18 Víressë||Gwirith, Quarantatreesima Parte della Ventunesima Fioritura del Tulip, 18 Adulain dell’anno 281 secondo la conta atana si è svolta la festività dedicata al Padre degli Dei Suldanas, festività cara al popolo Sindar.
Tutto il popolo di Valinor si è riunito attorno all’effige che rappresenta il Dio cacciatore per chiedere la sua benedizione e il suo permesso per compiere la Fara Aer, la caccia sacra.
Tor Sustzam Minya Drog e Falco Pellegrino ricordò l’importanza di tale avvenimento con delle parole che rischiararono gli animi dei toronin riuniti sotto le eleni in quella splendida serata.
Tor Thauron benedì le lame e le frecce dei presenti e nel più assoluto silenzio tutti si recarono fuori dalla Valle e si inoltrarono nel fitto bosco alla ricerca del cervo da sacrificare.



La luna splendeva nel cielo, i suoi raggi colpendo la fitta vegetazione mettevano in evidenza le candide gocce di pioggia cadute poco prima. Inoltrandosi nel fitto bosco, tanto fitto da dover faticare per camminare, il drappello di eldar giunse in una piccola radura,
si arrestò silente appostandosi ai margini attendendo l’ambita preda, ecco stagliarsi la figura di un grande cervo dalle grandi corna e dal manto rossastro mentre pascolava ignaro.
Gli elfi con infinita abilità, subito lo circondarono mentre il cervo, agile e veloce, tentava di fuggire con tutta l'astuzia e la forza che il Padre gli aveva donato. Scagliarono le frecce benedette che colpirono il grosso cervo senza dargli alcuna tregua.
Ucciso l’animale il suo sangue venne usato per tingere il viso dei presenti e presa la carcassa dell’animale si recarono a Tindunam.



A cerchio attorno al fuoco il cervo venne scuoiato e arrostito e tutti presero parte al banchetto. La seler Airina seguendo l’antica tradizione diede inizio a un racconto di pura fantasia che ognuno dei presenti doveva arricchire con un suo contributo.
La sera passò in fraternità e allegria, sotto l’armonia delle eleni che facevano da sfondo alle grandi querce del bosco che reggevano sui propri rami la città di Tindunam.

Vai a Lista Altri Eventi

Lo staff di The Miracle Shard (themiracle.igz.it) non si assume alcuna responsabilità sui contenuti di un evento. A priori ogni abuso di utilizzo del sistema di anteprima verrà punito . Segnalate gli abusi a tmstaff@themiracleshard.com .

Copyright © 2001-2006 The Miracle Shard. Tutti i diritti riservati.