Introduzione


Banga Bwane, Sciamano - ICQ:247324295
Kanu Awenga, Hawakan - ICQ:597321650
Wekesa Kofi, Pochteca - ICQ:434525368



Nell'estremo sud del grande contintente che tutti chiamano Terre Selvagge, oltre l'interminabile deserto di Tremec, un alto muro di fitta vegetazione si stende da una costa all'altra della penisola, opponendosi, seppur a fatica, l'innarrestabile avanzata delle sabbie.

L'incauto esploratore che riuscirà ad arrivare vivo fino al cuore della giungla di Qwaylar, scoprirà che non si tratta solo di un fitto groviglio di alberi mastodontici, liane e spesso sottobosco.. ma una terra viva e pulsante ricca di antichi misteri, bestie feroci, piante mortali quanto multicolori e occhi invisibili che ti scrutano dall'ombra della vegetazione, costantemente...

Come narrano le leggende, un grande spirito abita la giungla o forse lo spirito è la giungla stessa. Guai a chi arreca danno alla giungla, perchè essa è viva e muoverà dal grande albero al ciuffo d'erba, dalla grande fiera alla piccola serpe, a suo comando fino a cacciarti via o a inghiottirti per sempre.

Noi Qwaylar abitiamo nel cuore di questa giungla in perfetta armonia con gli spiriti che la abitano. Siamo abili cacciatori ma non prendiamo nulla più di quello che ci spetta. Siamo grandi esploratori, in grado di muoverci agilmente e a nasconderci alla vista nella fitta vegetazione, e difendiamo la nostra casa dallo straniero che non sa rispettare i figli del grande spirito.

Tramite la bocca dei nostri sciamani, gli unici in grado di ascoltare le parole del grande spirito, noi lo difendiamo e lo proteggiamo; perchè esso ha creato noi e tutti i doni che la giungla ci offre per vivere e prosperare.